Sono come mi vuoi, questo è il sottotitolo che in molti vorrebbero per ogni donna. Non identità, autonomia, indipendenza e pari opportunità.

Sono come mi vuoi

La società era proprio maschilista

Non è cosa di oggi, ma ha vecchia origine. Non dico niente di nuovo, lo sai bene che le donne hanno dovuto fortemente lottare per raggiungere lo status odierno. E nemmeno è finita, perchè finchè parliamo di pari opportunità vuol dire che non le abbiamo ancora raggiunte.
Ricordo ancora molto bene quello che veniva insegnato a scuola:

  • i maschi sono più forti,
  • ci sono professioni che le donne non possono fare (pilotare gli aerei ad esempio. Ricordo che avevo una prof di educazione fisica che aveva due figli, un maschio e una femmina. Il primo era un pilota, anche la femmina voleva diventarlo ma non era possibile perchè con le mestruazioni le donne sono troppo vulnerabili ed emotive. Correvano gli anni 70, i dinosauri non c’erano già più. Eppure …)
  • le femmine sono più brave nelle professioni di cura, perchè sono fatte per diventare madri; hanno un senso innato per occuparsi degli altri

E, sempre in quegli anni, le classi in molte scuole erano ancora divise tra maschili e femminili. Anche nelle scuole di avanguardia, in cui c’erano le classi miste, alcune cose venivano fatte separatamente: educazione fisica ed educazione tecnica. I maschi costruivano e facevano esperimenti, mentre le femmine imparavano a ricamare e cucire.
Ribadisco che erano gli anni 70 e i dinosauri erano già estinti.

E non ti dico cosa passava in tv e al cinema

La società viene raccontata dalla tv, dai film, dalle stesse pubblicità. Per anni si sono consumate grasse risate con i film con Lino Banfi e, pure peggio, con Lando Buzzanca e, proprio non c’è limite al peggio, con Pierino/Alvaro Vitali. Uomini sempre a caccia di donne discinte, bellissime e totalmente sceme. Questa era la trama trasversale a tutta la commedia italiana https://it.wikipedia.org/wiki/Commedia_all%27italiana. Che poi questo tipo di trama è continuato ancora a lungo. Man mano con qualche sprazzo di minor maschilismo, forse, qua e là. Ma quella era la solfa.

E i concorsi da miss. Vecchi come il cucco. Sofia Loren arriva da lì, per dire. La più bella del reame chi è?
Dici che esistono anche concorsi per i mister? Lo so, ma li hai mai visti in tv? Mi sembra che proprio non ci sia il paragone.
Queste ragazze in mostra, misurate, pesate, giudicate, anche spesso derise … una sorta di mercato, sono messe (si mettono) alla stregua di oggetti all’asta.

E dallo schermo si va alla passerella

E la moda, la moda che è un mondo che mi piace tantissimo, con un sacco di “ma“. Ad un certo punto il voler stupire a tutti i costi ha preso la mano e le modelle sono diventate appendiabiti che camminano. Non c’è più traccia di un corpo, ma ossa che si muovono coperte da abiti https://laragione.eu/life/i-disturbi-alimentari-sfilano-ancora-in-passerella/.

Sono come mi vuoi

Ma come ci vogliamo noi?

Ci vogliamo il bene sufficiente e necessario per decidere cosa vogliamo dalla nostra vita?
Non è questione di essere magre, grasse, belle, truccate, espressive, alla moda o tutto il contrario. E’, semmai, questione di avere una nostra identità. Sapere davvero cosa vogliamo fare della e nella nostra vita.
Tutto ciò che ci rappresenta non è completo. Nulla in contrario a chi desidera avere molta cura di sè, a chi ama essere fisicata. L’importante è che sia un valore per lei e non un condizionamento.
Finchè permetteremo che ci sia detto come dobbiamo essere per piacere al mondo e non ci preoccupiamo di come vogliamo essere per piacere a noi, non parliamo, per favore, di pari opportunità. Perchè tutto questo interesse per il corpo maschile non c’è mai stato e non c’è. Pari opportunità vuol dire che dovrebbe essere così anche per noi. E non mi sembra che siamo sulla strada giusta.

Link

Se vuoi segnalarmi pubblicità e meme puoi scrivermi su Facebook, alla pagina Femmes et rèclame: https://www.facebook.com/femmesetreclame/
Qui trovi tutti gli articoli della categoria Femmes et rèclame del blog: https://flaviaepsiche.it/category/femmes-et-reclame/
https://flaviaepsiche.it/2022/02/01/cosa-c-e-dietro-il-grandangolo/

https://flaviaepsiche.it/2021/10/05/dal-1900-a-oggi-e-tutto-uguale/