Di sti tempi essere consumatori è talmente difficile che sembra di essere equilibristi che devono fare attenzione ad ogni passo

Equilibristi o consumatori?

Già capire quale sia la definizione che calza per ognuno, non è facilissimo. Sono state delineate 8 tipologie di consumatore. Te le riscrivo, ma se vuoi leggere tutto l’articolo in cui ne parlo, questo è il link
(https://flaviaepsiche.it/2021/04/17/tu-che-tipo-di-consumatore-sei/):

1) Tradizionalista
non ama lo shopping, mira al risparmio e basa le sue scelte sul prezzo, non fa acquisti d’impulso. E’ poco influenzabile nelle scelte;

2) Attivista
cerca prodotti di alta qualità e che rispettino la sostenibilità ambientale, è disponibile a spendere di più per prodotti di nicchia, ma allo stesso tempo fa attenzione al prezzo. E’ più facilmente influenzabile del primo tipo, ma solo da elementi che rispecchiano i suoi valori;

3) Conservatore
guarda il rapporto qualità prezzo, ama fare shopping e le novità pur essendo fedele alle sue abitudini;

4) Avventuriero
apprezza la buona qualità, ma è attento al rapporto qualità prezzo, non è particolarmente fedele a un marchio e prova volentieri le novità;

5) Imperterrito
è attento al giudizio altrui e segue con attenzione le ultime tendenze, vuole essere alla moda ed è preda degli acquisti d’impulso, non si fa problemi a spendere parecchio per avere un prodotto particolare o di una nota marca. Sono facilmente influenzabili dalla pubblicità;

6) Pianificatore prudente
riflette attentamente prima di fare acquisti e raramente ne fa di impulso o di cose superflue. E’ altamente fedele a marchi e prodotti ed è disposto a spendere di più per un articolo che ritiene di qualità, difficilmente si convince a cambiare le abitudini;

7) Ottimista equilibrato
apprezza i prodotti di marca ma è più interessato al prezzo basso, è più interessato a risparmiare che a spendere al punto di non essere fedele a nessuna marca né prodotto, ma solo al prezzo competitivo;

8) Spendaccione impulsivo
è molto focalizzato sul suo aspetto e fa acquisti d’impulso e per essere sempre alla moda; ciononostante è sempre alla ricerca delle occasioni, specialmente su prodotti premium e di lusso.

Equilibristi o consumatori?

Ammesso che tu abbia trovato una categoria in cui ti identifichi, ci hai fatto caso a quanto sia difficile essere consumatori in questo periodo? Intanto bisogna fare quadrare i conti. L’inflazione non fa che aumentare, ma le entrate non seguono lo stesso andamento. I nostri soldi sembrano essere sempre di meno. Le bollette sono altissime, il cibo è aumentato molto e le uscite per lo svago e il divertimento … calano vertiginosamente. La questione dei costi è molto importante ed è uno degli aspetti che ci mette in condizione di essere equilibristi.

Dobbiamo fare attenzione a dove mettiamo i piedi per non cadere, per arrivare a fine mese senza affanni. Non sempre è facile, non per tutti è possibile. Se questo non fosse sufficiente ci sono un sacco di altre attenzioni che dobbiamo tenere in conto.

A come Ambiente

L’ambiente è sicuramente una di queste. Ci dobbiamo impegnare a fare scelte consapevoli. Alcune attenzioni vanno in questa direzione e non è detto che siano nella stessa direzione di fare quadrare i conti. La produzione che è attenta al nostro pianeta non è quasi mai economica.

 

Consapevolezza

Il consumatore consapevole, tra le altre cose, cerca informazioni sui suoi acquisti. Legge le etichette, sceglie cibi sani ma anche “giusti”. Ci vuole del tempo per fare bene la spesa, ci si deve informare. Anche per fare shopping vale lo stesso criterio. E non sempre è così agevole.

Ci sono centinaia di articoli e molte trasmissioni dedicate al consumo. Ognuna ci dice come sia meglio fare, come ci dobbiamo comportare. Credo che non ci sia nulla di sbagliato in tutto ciò, ma darci un aiutino no?

  • ridurre molto di più l’uso della plastica. Molto più di quanto è già stato fatto;
  • controllare che la produzione alimentare sia sempre realizzata secondo le leggi e le regole igieniche. Controllare ancora di più di quanto già si faccia;
  • verificare che i prodotti con un costo più basso abbiano comunque un livello di qualità decente, che se uno già ha problemi di denaro, non ha bisogno di averne anche altri.

Cose facili, giusto da facilitarci il “mestiere” di consumatori.

Link

https://flaviaepsiche.it/category/psiconsumatore/
https://it.wikipedia.org/wiki/Inflazione
https://www.repubblica.it/economia/2022/02/15/news/bollette_nei_primi_tre_mesi_aumenti_del_131_della_luce_e_del_95_del_gas-337847637/