Saldi, ribassi e risparmio o spese superflue? Secondo come guardi un fenomeno puoi vederlo in modi opposti. I saldi sono esattamente così.

Secondo come guardi un fenomeno puoi vederlo in modi opposti. I saldi sono esattamente così.

Saldi, ribassi e risparmio o spese superflue?

Se sia più conveniente comperare durante i saldi oppure evitare proprio … questo è il dilemma!

Vabbè, dai, ho voluto fare una battuta. Però un fondo di verità c’è, in fondo si sa che ridendo e scherzando, a volte si dice il vero.

La questione fondamentalmente è una, se una cosa ti serve, è evidente che se puoi risparmiarci due soldi va solo bene. Bisognerebbe partire da quel “se una cosa ti serve” e dal concetto di servire/avere bisogno.

  • Quando abbiamo bisogno di qualcosa, oggi?
  • Cosa ci serve davvero, oggi?

Se partissimo davvero da questi concetti, probabilmente non faremmo molto shopping. Perchè abbiamo di tutto e di più.

Ma il concetto di quel che serve e il concetto di utilità sono molto cambiati nel tempo. Allora ci serve l’ennesimo paio di scarpe, probailmente gialle, perchè è l’unico colore che ci manca nella scarpiera. Quella invernale intendo!

Siamo tutti abbastanza consumisti e modaioli, pur avendo parecchio aumentato la nostra sensibilità al tema dell’ambiente e dello spreco. Credo anche che la strada sarà ancora lunga prima di diventare davvero attenti, sensibili, consapevoli … e chissà se lo diventeremo al cento per cento, prima o poi. Chissà se lo vogliamo; forse non ancora. E’ una questione di cultura ed è anche, diciamolo, un gioco di potere. E credo che, almeno nei nostri giorni, l’economia sia molto più potente.

Mi sembra che sia importante mettere questa cornice socio culturale ad ornamento del tema dei consumi. Fosse solo per darci una carezza, per dire che non è facile e che dobbiamo affrontare grandi cambiamenti. E per i grandi cambiamenti c’è bisogno di tempo. A nostra difesa dico che stiamo lavorando, che la strada l’abbiamo imboccata. Solo che sarà lunga e in salita.

E questo è uno dei motivi per cui i saldi sono ancora una tentazione.

Saldi, ribassi e risparmio o spese superflue?

Non di solo abbigliamento ci sono i saldi

Hai notato che i saldi che sembrano interessare di più sono quelli che riguardano l’abbigliamento e gli accessori? Strano, perchè in verità vengono fatti anche su altri articoli. Ormai tutto il commercio si è adeguato.

Quindi si trovano a prezzi scontati anche gli articoli per la casa, la biancheria per la casa, stoviglie … dici che non li chiamano saldi ma offerte?

 

 

Può essere perchè c’è una legge che regola i saldi che sono le vendite di fine stagione. In effetti l’abbigliamento è decisamente più stagionale delle stoviglie. Ma il mondo del commercio si è adeguato e ha trovato il modo per fare vendite a prezzi ribassati un pò su tutti gli articoli.

Così se vai, ad esempio, in un centro commerciale o in un outlet troverai anche altre merci a prezzi ribassati oltre all’abbigliamento.

Regole per vendite/acquisti in saldo

Forse non sai che:

  • Il cambio del capo dopo l’acquisto è sempre a discrezione del negoziante, non è mai un obbligo, a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme (d.lgs. 6 settembre 2005, n. 206, Codice del Consumo). Questa regola è valida sempre, saldi o non saldi;
  • Il pagamento elettronico non può essere rifiutato, nemmeno se spendi poco;
  • Il prezzo deve essere sempre indicato, durante i saldi deve essere indicato il prezzo originario, la percentuale di sconto e il prezzo in saldo.

In tempi di covid, saldi o non saldi, ci sono le regole a protezione di lavoratori e clienti e vanno rispettate. Quindi:

  • a seconda della dimensione del locale il numero di presenze all’interno è contingentato;
  • all’ingresso ci si deve disinfettare le mani e le merci andrebbero toccate il meno possibilie;
  • il personale e i clienti devono indossare la mascherina e i clienti non devono toglierla nemmeno per misurare gli abiti.

Se ti capita di vedere che queste regole non vengono rispettate, non fare finta di niente, perchè ci vuole davvero poco a farlo ed è importante.

E poi c’è sempre chi ci prova …

Questa vignetta la dice lunga e non racconta niente di buono, nè dei venditori, nè dei consumatori. I primi fanno la parte delle “volpi” che vendono a prezzo pieno un prodotto semplicemente gonfiando il prezzo originario. I secondi fanno la parte dei “polli” che ci cascano e che voglio accaparrarsi un prodotto a prezzo pieno che prima dei saldi non avevano comperato.

Cosa dicevamo qualche riga più sopra? Che “in fondo si sa che ridendo e scherzando, a volte si dice il vero” ? Ecco, facciamoci un giro prima che inizino sti benedetti saldi, che purtroppo può succedere anche questo e i commercianti onesti sono i primi ad incavolarsi!

Quella cosa che mai, proprio mai, avresti comperato a prezzo pieno

Ci sono almeno due scuole di pensiero:

  • una dice che, approfittare dei saldi in modo furbo, vuol dire acquistare quei capi classici che userai sempre, perchè non passano mai di moda –  il tubino nero, la cravatta regimental;
  • l’altra dice che, approfittare dei saldi in modo furbo, vuol dire acquistare quei capi che mai, mai e ancora mai, avresti comperato a prezzo pieno – gli stivali gialli, il maglione con Babbo Natale.

Se stai a guardare, sono due modi diversi di affrontare la vita 🙂

Link

https://flaviaepsiche.it/2021/06/23/saldi-e-ribassi-il-punto-di-vista-di-psiche/

https://flaviaepsiche.it/2021/06/16/una-mappa-per-acquistare-consapevolmente/

https://torino.corriere.it/cronaca/19_luglio_07/shopping-la-psicologa-cosi-ci-convincono-spendere-ma-gratificarsi-non-male-7b49faea-a0a6-11e9-b20c-12356eab285e.shtml

https://www.corriere.it/moda/21_dicembre_30/saldi-invernali-guida-shopping-scontato-regione-regione-951e5450-6950-11ec-996c-3905d962e8a9.shtml